8 = Rinascita di un guerriero

Tutto e nulla
né bene né male
né buio né luce
bello e brutto insieme
l’impalpabile impercettibile tutto
si mescola con il nulla
in equilibrio

così leggero non mi ero mai sentito
in verità non ricordo com’è il sentire
qui non c’è nulla o forse c’è tutto

ricordare
al pronunciarlo qualcosa succede
mi sembra di sentire un suono
ora ricordo

ero vivo
avevo un corpo di carne e di ossa
mi appesantisco cado rotolo giù
sento l’aria il vento della mia caduta

ora ricordo

ho vissuto più di una vita
ricordo il dolore

tanto dolore
lo sento

fa male il dolore dei ricordi
brucia come il fuoco

le gioie si mescolano ai dolori
ma emergono gli amori
i ricordi più dolci

le persone amate
spiccano occhi e sorrisi

voglio rivedere le persone che ho amato
rivoglio il mio amore
così tanto che fa male
è ancora pena
mi porta giù in un vortice

il ricordo mi risucchia verso un’altra vita
non posso più fermarla questa mia caduta

poco fa ero altrove o forse non ero

mi immergo nell’acqua
provo piacere

posso sentire
come una volta
il piacere di vivere
il piacere di soffrire
per liberarmi di quel peso
il desiderio di liberare tutti da quel peso

il rifiuto da parte di tutti
del mio pensiero
del mio sentire
fino al martirio del mio ultimo corpo
uno sfogo di rabbia in uniforme
un abuso di potere

ma io rivoglio solo il mio amore
le persone che ho dovuto lasciare
e che non ho saputo dimenticare
non le volevo lasciare
avevano ancora bisogno di me
e io di loro ho bisogno
lo voglio adesso.

finisco a terra
scoppio in un pianto a squarciagola
piangere è tutto quel che so fare

ho dimenticato ancora una volta
non ho potuto evitare di cadere
non l’ho saputo evitare
non ero pronto a restare nel vuoto
sospeso in quel divino equilibrio

il ricordo e il desiderio
mi han riportato fin qui
sono vivo di nuovo
in un corpo di ossa e di carne
e tutto quel che so fare è piangere

piango perché so
senza proprio saperlo
quanto dolore mi aspetta
ancora tutta una vita
inseguendo quell’equilibrio
grazioso equilibrio divino
incontrato
non capito
perduto
dimenticato
ritrovato
sottovalutato
e di nuovo dimenticato
ancora tutta una vita

|Mario Caramel 2016